OGNI BICICLETTA DANNATA È ARTIGIANALE E UNICA

COME UNICHE SONO LE STORIE E LE CARATTERISTICHE DELLE SUE PARTI

Il passato degli elementi che costituiscono ogni Bicicletta Dannata è ciò che ne forgia l’anima. Il ricordo dei tempi e delle persone che li hanno vissuti viene trasmesso da imperfezioni, ammaccature e ruggine. Questi i fondamenti per la creazione di nuovi mezzi che raccontano la storia eroica dell’Italia e dei protagonisti che la plasmeranno.

QUALITÀ

Pezzi di recupero a marchio storico, associati ad organi meccanici di nuova fattura, garantiscono la perfetta efficienza di ogni mezzo.

ARTIGIANALITÀ

La tradizione del far bene con le mani viene riscoperta con la realizzazione di macchine sempre nuove e diverse, dall’alto valore creativo ed estetico.

UNICITÀ

Ricerca, tecnica e progetto disegnano biciclette irripetibili, assemblate con parti rese uniche dal passare del tempo.

RECUPERARE LA STORIA

In Italia, nella prima metà del Novecento, la bicicletta vive il suo momento d’oro per perfezione tecnologica e diffusione.
La raffinata maestria e l’eccellente manifattura contraddistinguono sia i blasonati marchi industriali come Bianchi,
Dei e Maino, sia la miriade di piccole officine artigianali diffuse in tutto il paese.

Mercatini, sfasciacarrozze, fienili e scantinati sono oggi le porte per riscoprire un passato
troppo spesso dimenticato e accantonato, perchè considerato obsoleto e senza valore.

La sfida di Bicicletta Dannata è quella di dare una nuova vita a questo patrimonio fatto
romanticismo e tecnologie senza tempo, rinnovandolo e portandolo a ripercorrere le nostre strade.

SEMPLIFICARE LE LINEE

Il progetto e l’approccio ad ogni nuova creazione sono influenzati dal valore storico e dalle condizioni meccaniche dei telai.
La vernice originale, se presente, viene conservata su biciclette di pregio ed eliminata su telai dal valore relativo.
A questi viene indotto un invecchiamento forzato che fa seguire alla sverniciatura totale un’ossidazione controllata.

Il sistema di frenaggio adottato è il contropedale a ruota libera, ancora diffusissimo in tutto il Nord Europa.
Sicuro, semplice da usare e dalla bassa manutenzione, permette di escludere fili e appendici considerate surplus.

La vera ricchezza di una bicicletta risiede nella purezza delle forme e nella fattura degli elementi base, non nei suoi accessori.

CUSTOMIZZARE LE FORME

Gli elementi meccanici basilari vengono selezionati in base alle particolarità di ogni telaio e su di esso cuciti.
Manubri, sellini, guarniture e pedali, recuperati e restaurati insieme a cerchioni e organi meccanici minori,
vengono associati ad elementi di nuova fattura, che garantiscono la perfetta efficienza di ogni mezzo.

Una composizione che disegna le forme di ogni Dannata, definendone la linea, l’estetica e la personalità.
Nascono così mezzi unici, dal carattere forte ma dal temperamento non elitario.