la WOLSIT

Da bicicletta di lusso, a mezzo dal carattere sfrontato.

DETTAGLI TECNICI

Telaio Wolsit 1939 numero e9724

Trattamento Conservazione

Sella Henri Gauthier n.3

Manubrio “Torino”

Copertoni 700 x 35C, crema

Contropedale Ventura, pignone a 18 denti

Guarnitura Wolsit 1936 a 42 denti

DETTAGLI FUORI DAL COMUNE

Il telaio è stato conservato come al momento del ritrovamento, per il curioso caso in cui sono visibili all’unisono i colori del telaio (bruno), del fondo (rosso) e della vernice originale (verde oliva).
Al mélange di tinte è abbinata una sella in cuoio Henri Gauthier dalla struttura del telaio flessibile, in cui estetica e comodità convivono in una soluzione fuori dagli schemi.

FINITURE

Il contropedale sostituisce l’impianto frenante a bacchetta danneggiato, senza eliminarne i perni a telaio per un possibile futuro ripristino.
La personalità di questa bicicletta è completata dalla scelta di un manubrio “Torino” con una sinuosa piega dell’asse centrale e privo di manopole.